Dario D'Ambrosi
Home Up Dario D'Ambrosi Giuliana Adezio Alessio Alfano Ilaria Antoniani Stella Astolfi Antonio Bilo Cannella Filippo Bubbico Aurelio Caressa Asteria Casadio Marco Pucci Catena Cristina Cavalli Ugo Ciarfeo Rossella Clemente Donatella Cotesta Francesco De Cicco Giuseppe De Felice Pupo De Luca Luigi di Majo Antonio Faicchia Maurizio Faraoni Cristiano Fioravanti Francesca Fiume Pierfrancesco Galeri Massimiliano Martini Deborah Massaro Maria Elisa Muglia Maria Letizia Andrea Murchio Stefano Palmitessa Alex Pascoli Guido Paternesi Chiara Pavoni Paolo Perelli Carla Petrella Mauro Pini Antonio Potere Valentina Rao Vincenzo Salomone Gian Piero Scurti Kristaq Skrami Loredana Veneri Vincenzo Sartini Paolo Mellucci

 

               

 

                                           

 

Tifoso appassionato dell'Inter e del calcio amante fuori misura, tanto da rifiutare numerosi incarichi importanti negli Stati Uniti per continuare a seguire da vicino il campionato italiano, nonché calciatore egli stesso e per un quadriennio nelle fila dei ragazzi del Milan allenato da Trapattoni, Dario D'Ambrosi nasce a San Giuliano Milanese da genitori salernitani trasferiti, appena dopo la nascita del loro primo figlio, nell'hinterland della capitale lombarda e qui occupati in una vetreria.

Sul giovane Dario ben presto esercita una speciale attrazione la follia, quella reale dei malati di mente con i quali - come un antropologo che, in ossequio alla tecnica dell'"osservazione partecipante", soggiorna a lungo con il gruppo tribale oggetto delle proprie ricerche - si fa internare, all'ospedale psichiatrico "Paolo Pini" di Milano. Viene da lì la particolare drammaturgia di D'Ambrosi, elaborazione personalissima di storie vere di malati di mente che negli anni a seguire daranno vita al suo teatro, cosiddetto "patologico" - una definizione felice e destinata a durare, coniata da quei primi critici (pochi) che si spingono fino allo spazio di via Ramazzini, nel centro di Roma, teatro sui genens dove Dario presenta i suoi lavori d'esordio, e dove tuttora opera.

Avviene oltreoceano l'incontro e l'innamoramento di Dario con il palcoscenico. A vent' anni infatti, a quanto pare con il ricavato della vendita di un'auto regalatagli dal padre, o chissà in quale altro fortunoso modo, D'Ambrosi scappa di casa e vola fino a New York portando con sé dentro ad uno striminzito bagaglio la camicia di forza utilizzata nelle prime prove milanesi, al Teatro di Portaromana. Siamo alla fine degli anni '70 e nella Grande Mela che pullula di occasioni e di amicizie fin nelle strade, Dario si presenta ad Ellen Stewart, madrina del Cafè La Mama, top dell'off Broadway, con il monologo Tutti non ci sono, che interpreta a porte chiuse e senza altri spettatori ché lei. Lo spettacolo resta in cartellone per mesi e D'Ambrosi diventa membro del. Cafè La Mania, che da allora continua a frequentare con assiduità e dove dal 1989 dirige il festival di teatro "L'altra Italia".

L'esperienza newyorkese dà la stura alla biografia artistica di Dario, che fino ad oggi ha scritto, diretto e interpretato una ventina di lavori ospitati oltre che nelle maggiori città italiane nella stessa New York e ancora a Boston, Chicago, Cleveland, Detroit, Los Angeles, e in Europa a Barcellona, Amsterdam, Monaco. Fra i titoli più significativi: I giorni di Antonio, La trota, il già ricordato Tutti non ci sono, Allucinazioni da psicofarmaci, Cose da pazzi, Arancia meccanica, Il principe della follia, Frusta-azioni, Un regno per ti mio cavallo (quest'ultimo, tratto dal Riccardo III di Shakespeare, realizzato nell'ambito.del Progetto D'Ambrosi, Rassegna Internazionale ideata e curata dall'artista al Teatro dell'Angelo di Bedy Moratti nella stagione 1995/96). Dicembre 1997 "Don Milani" nel ruolo di Benito.

Come regista D'Ambrosi ha girato il film Volare su soggetto da lui stesso scritto.

Recentemente ha preso parte al film la Passione di Cristo di Mel Gibson.

 

Clicca:

http://www.teatropatologico.it/

Per ulteriori informazioni:http://www0.moviement.it/forms/d-dambrosi.htm

 
                                 

Filmografia parziale

bulletLa Passione Di Cristo (2004) Interpreta "Soldato Romano"
bulletIl Ronzio Delle Mosche (2003) Regia, Sceneggiatura
bulletHotel Dajti - Una Storia Al Di La' Del Mare (2002) Interpreta "altri personaggi"
bulletNati Stanchi (2002) Interpreta "Commissario"
bulletUn Colpo Al Cuore (2000) Interpreta "Luigi Castro"
bulletAlmost Blue (2000) Interpreta "Matera"
bulletDoppio Segreto (1999) Interpreta "Franz"
bulletLibero Burro (1999) Interpreta "Ispettore"
bulletDue Come Noi, Non Dei Migliori (1998) Interpreta "altri personaggi"
bulletDon Milani - Il Priore Di Barbiana (1997) Interpreta "Benito"