Hermitage Apocalypse
Home Up La Scatola Cinese A Scigna Schreber il giudice folle Processo alle bestie Doppelganger iudex La scuola dell'estasi CyberCyrano Chat Le allegre comari Scannerebecco Domineddracula Alchimia dell'Avaro Ordalia degli interrati Karoshi Merimanga Lezione d'inglese L'orgia del Terzo Potere La Sposa di Corinto Processo a Caravaggio e Pasolini Suoni e luci di guerra e di pace Apoxiomenos Santa Tecla T-bon steak La figlia di Austin La locanda del maiale Ultima cena Decesso di Carnevale 'A famma 'e Pullecenella L'urlo della scimmia Un pupo per Agrippina Il Tato Gurdjieff La cella di Alessio Che Guevara Alchimia di Rosanera Ugone Templare di Pagani Belzebulling Clarimonde I Dadi di Temi Le streghette di Benevento Piazza Montanara La Rosa e l'Astrolabio Aphra Behn I Frati di Mazzarino Goya,la Quinta del Sordo Ciclo Sterminator Vesevo Miodesopsie Psicomostro Euterpico Grande Stella della Mezzaluna Prosopagnosia Chi so i'? So' Francischiello Erzsebeth Bathory Avanspettacolo d'avanguard Rassegne Calabuscia Listen Elogio della calvizie Incintitudine Al di la' del fiume Processo a Babbo Natale Un Ermafrodita sull'Isola dei Morti Diderot, Polychinelle e Susy Coquette Mummia Drag Queen Shoes La cricca della Banca Romana Addio Tokio Gli amici del rospo Il sogno di Clio Opera Romanesca La casta dei buffoni Autopsia di un alieno Hermitage Apocalypse Il musico omicida FEDERICO IL RE FALCONE

 

               

 

HERMITAGE APOCALYPSE(I SETTE EREMITI DELL'APOCALISSE)

di GENNARO FRANCIONE,

per la regia di  ORIETTA BERNARDI E MARCELLO MUCCELLI

Un dramma multimediale inquietante sulla fine dell'Amore nell'Apocalisse.Satàn, sotto forma di una fotoreporter seducente, dopo aver fallito la tentazione di Cristo, ai nostri tempi si porta a intervistare e a fotografare i Sette Giusti. Sono sette eremiti che, nel rifiuto dell'attuale società corrotta, perversa e invasa dai sette vizi capitali, cerca un estremo rifugio in posti isolati: montagne, vulcani, fiumi, isole. Là, alla ricerca di un senso alla propria esistenza e a quella dell'intera umanità.La seduzione di Eros e Thanatos avrà effetti deleteri e devastanti per l'intero genere umano, a causadell'impotenza secolare di rigenerazione dell'anima invasa dalla materia.

L'Apocalisse si sostanzierà nella riuscita della Tentazione Estrema con la sconfitta dello Spirito ad opera delle orde infuocate di una materia malefica e inquinata.

 

PERSONAGGI E INTERPRETI

VIOLA CRETI: Giuliana, Satanla fotoreporter

DANIELA COCOCCIA: Joshua, l'eremita del deserto

NICOLETTA MARTUCCIO: Pasqualina, 'a prufessoressa

SERGIO MUTONE:Armando, l'artigiano

MARCELLO MUCCELLI : Goffredo, il cattotantrico

DOMENICO VAGNATI: Luca, l'eremita di guerra

ORIETTA BERNARDI: Federica, la lesboeremita

FILIPPO DI LORENZO: Sergio,  il flautista

RAFAEL RODRIGUEZ: Edgardo, il commissario di bordo

MAURO LEUCE: voce fuori campo degli Angeli Sterminatori

Con la partecipazione straordinaria al flauto di MIRELLA PANTANO

Elaborazioni audio-video: DAVID CECERE

Grafica: Andrej Adramelek

Tecnico luci-audio-video: LORENA CATTARINUSSI

Costumi, trucco, scenografie: ORIETTA BERNARDI

Ufficio Stampa  e   P. R:. DANIELA COCOCCIA

Direzione artistica del progetto: GENNARO FRANCIONE

Aiuto Regia: NICOLETTA MARTUCCIO–FILIPPO DI LORENZO

 

REGIA

 

ORIETTA BERNARDI E MARCELLO MUCCELLI

 

      DOVE: TEATRO DI PORTA PORTESE Via Portuense, 102, 00153 Roma

          Tel. 06 581 2395

 

QUANDO: 18 GENNAIO 2020 h. 21 - 19 GENNAIO H. 18

 

 

 

                                                     

                                                              

 

 

NOTE DI REGIA

 

 

Nel rileggere l'opera abbiamo deciso di creare un vero e proprio  filo  che si dipana e si intreccia, portato avanti nel tempo dal  supremo  demone della tentazione,  del desiderio, del materialismo,  dell'autorealizzazione egoistica .

Satàn  ritorna dopo 2000 anni dal suo fallimento nei confronti di Gesù di Nazareth  ai nostri  caotici giorni,  un’era consumistica e capitalista, per vincere  coloro che sono considerati  i sette ultimi Giusti. Sono loro che  dovrebbero reggere sulle loro spalle il peso della salvezza del mondo,  ma  in realtà appaiono ancora così attaccati ai desideri mondani che non riescono a trovare nel loro personale percorso di ricerca spirituale la forza, la costanza e la purezza di poter respingere il male e sconfiggerlo.

 Un gomitolo di lana che si dipana nello spazio e, quindi, nel tempo simboleggia il  trasportarsi avanti nel tempo del Supremo Tentatore. Un gomitolo di lana che userà per intessere  una recinzione  che sarà un misto tra labirinto  e tramaglio, immagine speculare della rete dei pescatori di anime, con cui intrappolerà gli Eremiti portando al fallimento i loro propositi di  raggiungere la vetta delle ascesi e della santità.

Un fallimento facilmente prevedibile dato dai caratteri dei vari solitari  che,  ben lontani dalla forza spirituale  degli asceti dei tempi passati, vivono  una fuga dal mondo più di facciata che di sostanza. Accolgono  con gioia la giornalista che li intervista,  sotto le cui spoglie si nasconde  Satàn,   per far vanto della loro vacua   e fallace Sapienza, ostentando una  labile  spiritualità  ed una debole forza di volontà.

Con la loro caduta,   prenderà inizio anche la  dissoluzione  del Creato nell’Apocalisse del Fuoco, dimostrando che per raggiungere la salvezza,  l'impegno deve essere costante, sincero, disinteressato  ed altruista. 

Rimane aperta la domanda: cosa avverrà dopo?

@@@@@@

 

HERMITAGE APOCALYPSE di Francione rappresenta per coincidenze casuali una forma di instant theater  in questi giorni in cui il papa A e il  papa B dibattono contrapponendosi sul celibato dei preti. L'opera pone  il dilemma della  castità religiosa  come fattore di perversione e peculiarmente di pedofilia  ma in generale affronta il quesito dei farisaici venditori di morali false a fini di potere  laico o teocratico. Sono loro che gettano i semi per il tramonto e la distruzione di un’intera civiltà dove neppure gli eremiti, pur rivelando  verità nascoste alle masse urbanizzate, si salvano e salvano (Gigi Trilemma)

 

 

 Parzialmente pubblicato      (Scena flautista)