Caro TV
Home Up Arrivederci e grazie La prova della bara una realtÓ scientifica? La Costituzione d'Europa Avvocato 2000 News degl'Innocenti La Bufala Celentano Baby pensione per tutti TAVOLO DELLA MORTE Francione finalista al Betti Sistema bipartisan Consulta pro indizi Cyberunderground Carta diritti Luce color Maroni Bella punizione! Contro furti cellulari Giudice on line Anniversario Balvano Pro Safiya Grottesco al Potere Cronaca Salerno CSM contro Castelli Inchiesta ONU Sciopero giudici Link di Pappagallo Lavorare ammazza Giudice USA contro Morte Partito MP3 Papa No Global Scossa alla Giustizia Tonache & Toghe Cost sotto brac Contro toghe roventi Furto depenalizzato Guerra a toga rossa Congresso MD CSM contro Berlusca Pro 50 Contro patteggiamento allargato Intermittenti Tribunale per l'Arte Giudice Ŕ politico Il Giudice Pazzo Giudici matti Evviva Temi Creatrice Eccessiva penalizzazione Diritto anticonico Europa giudiziaria unita Asta inversa ProprietÓ popolare della moneta Legge bloccagiudici Contro Patriot Act Arte e pace Convegno pedofilia Donne al Parlamento Abbasso i notai Burattini innocui Temi su misura Giusto Dalai? Merimanga Testa o Croce Avvocati per niente Omicidio virtuale? Condanna a morte Legge Ragnatela Caro TV Contro dialer Cicogne Come Natura crea, Ciriello conserva Giustizia a Formello Giudici down Giallo Leopardi Meridione e crimine Toga racconta Processo Caravaggio Imposimato a Nepi Diritti umani DASEIN Intervista a Francione LibertÓ Internet Toscana antibrunetta Incostituzionale reato clandestinita' Piu' libri piu' liberi Intervista a Francione sulla giustizia Intervista Femmag Enrico De Nicola Diritto e Letteratura Francione Fondatore del Mu-A Giudice di pace creativo Premio Ripdico 2006 Premio Ripdico 2012 GialloLatino in toga Intervista di Sashinka a Francione Diritto e letteratura Ok prostituzione online Emoziioni

 

Junior Allen nel 1970 fu condannato al carcere a vita
per essere entrato nella casa di una donna di 87 anni
Usa, libero dopo 35 anni in cella
per aver rubato un televisore

"Non Ŕ stata fatta giustizia". E' in libertÓ condizionata

                               
Julian Allen

WASHINGTON - Dopo avere trascorso 35 anni in prigione per avere rubato un televisore, Junior Allen Ŕ tornato in libertÓ. L'uomo, che oggi ha 65 anni, era stato condannato al carcere a vita per essere penetrato nella abitazione di una donna di 87 anni, in Nord Carolina, rubando un televisore a 19 pollici, in bianco e nero, del valore di 140 dollari.

Allen, un afro-americano, era stato condannato nel 1970 al carcere a vita. Da allora, la pena massima per il suo reato Ŕ stata portata a tre anni di carcere. Nel frattempo Allen ha visto uscire dalla prigione assassini e violentatori finiti in carcere dopo di lui.

L'uomo Ŕ stato liberato sulla parola e affidato alla sorella, che vive in Georgia. Appena uscito dal carcere di Hillsborough, ha detto che il suo desiderio maggiore Ŕ quello "di lasciare la Nord Carolina prima possibile". Allen Ŕ stato rilasciato in libertÓ condizionata: se si comporterÓ bene, tra cinque anni la sua libertÓ diventerÓ definitiva.

Allen era giunto nella Nord Carolina dalla Georgia per lavorare come bracciante agricolo. "Non credo che sia stata fatta giustizia nel mio caso - ha detto Allen - 35 anni per aver rubato una tv mi sembrano troppi. Tra l'altro, una tv in bianco e nero".

( 29 maggio 2005

http://www.repubblica.it/2005/e/sezioni/esteri/usalibero/usalibero/usalibero.html